Ricerca Rapida:

 

 

Associazione Sammarinese 

Disabili ad Esordio Infantile

home chi siamo news eventi forum servizi sindromi leggi iscrizioni contattaci

Le Ultime Notizie


NewsNewsNewsNewsNewsNewsNewsNews


10/10/09

Bimbi con handicap: quanto possono dare?
Primo convegno nazionale….
Primo convegno nazionale dei genitori appartenenti all'Asdei per avviare una serie di riflessioni e contatti per crescere meglio. Con i loro figli Maschio o femmina? Non importa, purché stia bene!
È la salute la prima ed unica pregiudiziale che accomuna le aspettative dei giovani genitori e delle mamme in attesa. Ma se il bambino non sta bene, se nel primo anno di vita, o in quelli successivi, evidenzia problemi di ordine psichico, o disturbi legati all'apprendimento, che si fa?
Come affrontare il dolore, lo sconforto, il senso di impotenza e di isolamento che assalgono la giovane famiglia, spesso impreparata ad affrontare questa difficile prova? Come si fa ad essere un buon genitore per un figlio "speciale"? Bisogna dargli qualcosa in più o di meglio rispetto ad un altro figlio, magari sano e in perfetta salute? Come capirne i bisogni? Come apprezzare quello che comunque egli, pur racchiuso in un mondo tutto suo, sa dare agli altri? Spesso, però, tutti questi interrogativi, si rompono contro un muro di silenzio e di solitudine.
Da questa necessità nasce il primo convegno nazionale dell'ASDEI (Associazione sammarinese disabili ad esordio infantile), fondata nel '97 e ora con ben 105 associati al suo attivo. Un convegno dal titolo "Bimbi con handicap: quanto possono dare?" finalizzato alla creazione di un momento di ascolto, riflessione e confronto tra i genitori, le istituzioni e gli specialisti non solo sammarinesi ma anche italiani, perché, in presenza di queste patologie, l'importante è aprirsi, non chiudersi.
Aprirsi nei confronti del figlio, che all'interno del suo handicap riserva un mondo pieno di sentimenti, emozioni e, soprattutto, di affetto, che solo chi ha un cuore e un cervello preparato all'ascolto riesce a percepire. E aprirsi nei confronti degli altri: innanzi tutto i genitori che condividono la stessa esperienza, ma anche gli operatori sanitari e scolastici, gli specialisti, i datori di lavoro. La società in generale, per quanto sensibile, non è affatto preparata a percepire i doni preziosi che un ragazzo con handicap può offrire. Il convegno sarà anche l'occasione per fare il punto sulle lacune strutturali e di servizio esistenti a San Marino. Dove peraltro, da ormai vent'anni, sono stati fatti passi da gigante riguardo ai portatori di handicap, sia in termini normativi, che infrastrutturali, che di sostegno alla famiglia. Tuttavia, non tutti i problemi sono stati risolti, e sono in prevalenza quelli di collegamento trasversale tra i vari servizi, di specializzazione degli operatori, di comunicazione con la società. Di tutto questo si parlerà per l'intera giornata di sabato 13 aprile, al teatro Concordia, presenti i Segretari di Stato Sante Canducci e Pasquale Valentini che hanno dato il loro patrocinio all'iniziativa. Più che mai nutrita la scaletta dei relatori, tra i quali spiccano: il Senatore Giampaolo Bettamio, che interverrà a chiusura della sessione mattutina; la dottoressa Patrizia Selleri, pedagogista dell'Università di Bologna; e la dottoressa Paola Visconti, neuropsichiatra dell'Ospedale Maggiore di Bologna. Atteso, per la chiusura del pomeriggio, l'Onorevole Antonio Guidi, Sottosegretario al Ministero della Salute italiano. una serie di riflessioni e contatti per crescere meglio. Con i loro figli

A.S.D.E.I

asdei@omniway.sm


privacy | disclaimer

© 2002  A.S.D.E.I. Associazione Sammarinese Disabili ad Esordio Infantile

Strada Genghe di Atto, 145   ACQUAVIVA  Repubblica di San Marino.